FILLEA

FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATORI LEGNO EDILI E AFFINI

La FILLEA riceve su appuntamento

Martedì e Venerdì dalle 17 alle 19

Tel. 049-8944211

Buzzi Unicem. Fillea Cgil Pd, Filca Cisl Pd e Ro, Fneal Uil Veneto: "Ambiente e lavoro si conciliano nel rispetto della scienza e delle leggi"

13 Novembre 2022

Fillea Cgil Padova, Filca Cisl Padova e Rovigo e Fneal Uil Veneto: “Buzzi Unicem. Necessario conciliare i temi dell’ambiente con quelli del lavoro: si garantisca la continuità occupazionale nel pieno rispetto della salute pubblica misurando e valutando i dati scientifici che certifichino il pieno rispetto degli impegni sulla transizione climatica e delle norme in materia”

“Come da richiesta di FILLEA CGIL Padova, FILCA CISL di Padova e Rovigo, FNEAL UIL Veneto, si è svolto il 10 novembre scorso l’incontro del tavolo istituito presso la Direzione Lavoro della Regione del Veneto, a Palazzo Grandi Stazioni, convocato dall'Assessore Regionale Elena Donazzan. A tale incontro, avente ad oggetto le prospettive occupazionali del settore dei cementifici Bassa padovana, hanno partecipato i vertici di Buzzi Unicem, il Responsabile Unità di Crisi e Servizi alle Imprese di Veneto Lavoro, Mattia Losego, la Direzione Lavoro della Regione, le Organizzazioni Sindacali di categoria Filca-Cisl, Fillea-Cgil, Fneal-Uil, le rispettive RSU dello stabilimento Buzzi Unicem di Monselice, Asso-industria Veneto-centro, la Provincia di Padova e il Comune di Monselice.

Tale tavolo costituisce la ripresa del percorso dell’osservatorio dei cementifici in bassa padovana e si è reso necessario poiché ad ogni richiesta di continuità lavorativa e di investimenti tali a sostenerla, l’azienda ha sempre ribadito che al di là del fatto di avere ordinativi, capacità produttiva ben al di sopra di quanto espressa attualmente e che potrebbe essere ampliata anche con l’aumento dell’occupazione, la stessa non era in grado di poter fare e completare gli investimenti necessari volti a sostenere lo stabilimento. Tale parziale sospensione degli investimenti è in parte dovuta al riferimento, spesso strumentale, a quanto previsto dal Piano Ambientale del Parco Colli Euganei e anche per una visione approssimativa dello sviluppo del territorio in quanto all’attività di produzione dello stabilimento vengono attribuite solo conseguenze negative.

Nel sopracitato tavolo, ricordiamo: aperto dal 2014 ed ancora attivo, l’azienda ha esposto un piano industriale futuristico dove si mostra una mole di investimenti attuati e previsti atti a garantire ed a migliorare la qualità del sistema produttivo, della sicurezza sul lavoro, della sicurezza ambientale. Tale piano di investimenti, accompagnato da dati di analisi ambientali, risulta compatibile con l’autorizzazione integrata ambientale (AIA) e comprende l'installazione di un ingente impianto fotovoltaico. L’azienda ha dichiarato che alla scadenza dell’AIA chiederà una nuova autorizzazione per proseguire l’attività lavorativa.

Come Organizzazioni Sindacali riteniamo necessario conciliare i grandi temi dell’ambiente con quelli del lavoro e uscire da questa impasse. Crediamo sia necessario garantire una piena occupazione a tutte le lavoratrici e i lavoratori nell’assoluto e totale rispetto della salute di tutti i cittadini e del futuro dello stesso Parco Colli. Riteniamo importante che la Multinazionale Buzzi Unicem continui a operare nel nostro territorio condividendo la necessità di azzerare le emissioni di CO2 e optando per il rispetto della neutralità climatica dello stabilimento, come previsto dalla strategia del diritto Europeo sul clima.  Chiediamo quindi che la continuità occupazionale venga misurata e valutata da dati certificati che garantiscano il pieno rispetto degli impegni sulla transizione climatica, delle leggi e delle norme vigenti in materia.

Come organizzazioni Sindacali abbiamo deciso di richiedere tale tavolo non per gestire una crisi occupazionale momentanea, ma per evitare situazioni emergenziali/occupazionali e per prevedere e progettare una transizione ambientale che sia rispettosa di tutte le sensibilità e i bisogni del territorio, in linea con la prospettiva di un modello di sviluppo sostenibile”.

Fillea Cgil Padova

Filca Cisl Padova e Rovigo

Fneal Uil Veneto

SEGRETERIA FILLEA PADOVA

  • Gianluca Badoer
    Segretario generale
  • Francesco Campa
    Segretario provinciale
  • Massimo Pomaro
    Funzionario
  • Simone Ferraretto
    Funzionario
  • Valeria Viola
    Apparato tecnico

FILLEA NAZIONALE



FILLEA

Organizza i lavoratori dei rami produttivi: edilizia e affini, legno-arredo, materiali da costruzione (cemento, calce e gesso, laterizi, manufatti in cemento), lapidei ed estrattivi, restauro ed archeologia, particolari lavorazioni del legno (costruzione palchi, allestimenti e cartelli pubblicitari, interni camper, interni nautica, ecc).

 La Federazione Italiana dei Lavoratori del Legno, dell' Edilizia, delle industrie Affini ed estrattive (F.I.L.L.E.A.) è un'organizzazione sindacale che promuove la libera associazione e l'autotutela solidale e collettiva delle lavoratrici e dei lavoratori seguenti settori e comparti produttivi: edilizia e affini, legno e arredamento; materiali da costruzione: cemento, calce e gesso, laterizi, manufatti in cemento; lapidei ed estrattivi. La Fillea aderisce alla Cgil, fa parte della Federazione europea dei lavoratori edili e del legno (FETBB), che a sua volta aderisce alla Confederazione europea dei sindacati (CES), della Federazione internazionale dei lavoratori dell'edilizia e del legno (FITBB).

Via Longhin, 117 Padova Tel. 049-8944211 - Fax 049-8944213 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. PEC : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per il Caaf chiamare il Centro Unico di Prenotazione tel. 0497808208


© All rights reserved. Powered by Cybcom.

Torna all'inizio