FILCTEM

FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATORI CHIMICA TESSILE ENERGIA MANIFATTURE

La Filctem riceve su appuntamento

Martedì dalle 17 alle 19

Contatti Tel. 049-8944211

Licenziati tre lavoratori della Plissè spa di Piombino Dese. La Filctem Cgil Padova vuole vederci chiaro

27 Giugno 2021

Filctem Cgil Padova: “Ci riempie di perplessità la vicenda che vede coinvolti due lavoratrici e un lavoratore licenziati con la non ben chiara accusa di aver truffato l'azienda e quindi di essere venuto meno il rapporto di fiducia: una vicenda dai contorni poco chiari su cui desideriamo fare chiarezza”

“Non vorremmo che il ricorso a motivazioni disciplinari fosse un modo per aggirare il blocco dei licenziamenti”

“Una vicenda poco chiara, come minimo. In tanti anni che faccio il sindacalista non ho mai visto un licenziamento con l'accusa di truffa o furto senza una denuncia ai carabinieri. Anzi, qui si va oltre, si entra nel surreale: manca addirittura l’accusa! E non è l'unica cosa che non ci torna in tutta questa storia”.

Esprime forte perplessità Luca Rainato, Segretario Generale della Filctem Cgil riguardo ad una vicenda che vede coinvolti una capo magazziniera, un magazziniere e un’addetta alle vendite che lavorano (anzi: lavoravano, pare) per la Plissè Spa, nota azienda di moda nel settore del tessile con sede a Piombino Dese, nell'alta padovana.

“Qualche tempo fa – racconta Rainato – siamo stati contattati da questi tre lavoratori che ci dicono, sottolineando la loro assoluta innocenza, di essere sostanzialmente accusati di aver fatto fuoriuscire della merce, tramite una complice, con il sistema del “conto vendite” ma evitando di rilasciare lo scontrino a prova dell’operazione. Naturalmente, in casi come questi, cerchiamo sempre di valutare tutti gli aspetti della vicenda, sappiamo bene che i ladri e i disonesti si nascondono in tutte le categorie e in tutte le professioni e i lavoratori non fanno certo eccezione a questa regola. Ma c'è un ma”.

“Innanzitutto – prosegue il segretario generale della Filctem Cgil di Padova – nelle motivazioni che accompagnano il licenziamento dei tre non si parla di furti ma di una generica caduta del rapporto di fiducia. Nessun verbale dei carabinieri, nessun video, nessuna refurtiva ritrovata. C'è solo il riferimento a quanto detto dalla presunta complice esterna, una donna anziana, sugli 80 anni, di sani principi e appartenente anche ad associazioni di volontariato. Una persona che non ha certo bisogno di espedienti del genere per vivere e che, peraltro, avrebbe fatto da complice in situazioni che si riferiscono ad anni fa. Una ricostruzione dei fatti che la ottantenne, con cui ho avuto un lungo confronto, ha categoricamente smentito, negando di aver mai partecipato a qualsiasi tipo di truffa”.

“Per cui – conclude Luca Rainato – quel che chiediamo subito è che l'azienda riveda la propria decisione. Per questo abbiamo formalmente “impugnato” i provvedimenti di espulsione che riteniamo non supportati da giusta causa o giustificato motivo. Non vorremmo che attraverso motivi di ordine disciplinare qualcuno pensasse di aggirare il blocco dei licenziamenti, senza neanche la pazienza di aspettare ancora qualche giorno, visto che il Governo prevede di toglierlo a fine mese. Se è questa l’idea, prevedo tempi cupi nel settore del tessile con l'inizio di luglio”.

Alleghiamo l'articolo de Il Mattino sulla vicenda

SEGRETERIA FILCTEM PADOVA

  • Luca Rainato
    Segretario generale
  • Barbara Schiavo
    Segretaria provinciale
  • Odette Mbuy
    Segretaria provinciale
  • Valter Bettio
    Segretario provinciale
  • Alberto Sanna
    Funzionario
  • Manuela De Paolis
    Funzionario

FILCTEM NAZIONALE


27 Giugno 2021

Licenziati tre lavoratori della Plissè spa di Piombino Dese. La Filctem Cgil Padova vuole vederci chiaro

Filctem Cgil Padova: “Ci riempie di perplessità la vicenda che vede coinvolti due lavoratrici e un lavoratore licenziati con la non ben chiara accusa di aver truffato l'azienda e quindi di essere venuto meno il rapporto di fiducia: una vicenda dai contorni poco chiari su cui desideriamo fare chia...
26 Maggio 2021

Premiati i lavoratori della ORV Manufacturing di Carmignano del Brenta e Grantorto

Filctem Cgil Padova e Femca Cisl Padova e Rovigo: “A luglio, previsto un premio di produzione di 2000 euro (lordi) ai dipendenti della ORV Manufacturing SpA di Carmignano del Brenta e Grantorto” “La vicenda della ORV Manufacturing SpA – che ha attraversato una pericolosa crisi che la portò sull’...
25 Marzo 2021

La Filctem Cgil annuncia ricorso contro l'ennesimo provvedimento disciplinare nei confronti di un lavoratore di un'azienda della Bassa Padovana

Filctem Cgil: “Quel che sta avvenendo alla Ing Enos Schionato srl di Tribano non è normale e riteniamo fondato il sospetto che l’accanimento nei confronti di questo lavoratore sia frutto del suo impegno sindacale e non invece, come viene accusato, per un suo presunto scarso impegno nel lavoro” “...

FILCTEM

La Federazione Italiana Lavoratori Chimica Tessile Energia e Manifatture, FILCTEM CGIL, costituitasi al congresso di Pesaro il 9 aprile del 2010, opera in importanti comparti dell'industria e dell'artigianato (chimico-farmaceutico, tessile- abbigliamento e calzaturiero, gomma plastica, vetro, concia e pelli, ceramica e piastrelle, occhiali, lavanderie industriali, lampade e display), dell'energia (petrolio, trasporto gas, miniere) e dei servizi ad alta rilevanza tecnologica (elettricità, acqua, gas).

Lo scenario che la FILCTEM CGIL ha di fronte ormai è chiaro e la sfida del cambiamento va raccolta. L'industria italiana della chimica, del tessile, dell'energia, delle manifatture opera ormai in un regime di contesa permanente per conquistare e/o consolidare quote di mercato e posizioni competitive.

Da qui, l’impegno della CGIL, in Italia e in Europa, e della Federazione nel promuovere una vera e propria politica industriale integrata nei confronti del Governo e delle imprese su innovazione di processo e di prodotto, per puntare su maggiore efficienza energetica, tutela ambientale, eccellenza qualitativa del “made in Italy”, tracciabilità, ricerca, formazione e integrazione di filiere: elementi, questi, tutti indispensabili per affermarsi nella competizione internazionale, valorizzare e difendere il lavoro, l'occupazione, il merito, la professionalità.

Più di 232.000 iscritti, una tradizione unitaria storicamente consolidata nella Filcem e nella Filtea, 31 contratti nazionali di lavoro che si rivolgono ad una platea di oltre 1.500.000 lavoratrici e lavoratori, un'organizzazione “a rete” su tutto il territorio nazionale che si articola nelle sue sedi regionali e territoriali con migliaia di Comitati degli iscritti, RSU e RLS in quasi tutte le imprese.

Otto i fondi di previdenza complementare (oltre 430.000 gli iscritti associati al 31 dicembre 2012) nei quali la Filctem è fonte istitutiva: Fonchim (chimici, farmaceutici), Previmoda (tessili, abbigliamento), Fopen (Enel e altre società elettriche), Fiprem (gruppo Montedison), Pegaso (imprese elettriche e gas-acqua degli Enti locali), Fondenergia (Eni, petrolio, aziende private del gas), Foncer (piastrelle, ceramica, refrattari), Fondogommaplastica (cavi elettrici, plastica, gomma).

Inoltre sono presenti due fondi intercategoriali: Fon.te (che ha recentemente acquisito gli artigiani chimici, ceramica, tessili ex Artifond) e Fondapi (settori Confapi), oltre a Cooperlavoro (cooperative e dipendenti Cgil).

Tre i fondi integrativi sanitari attualmente presenti che, sempre al 31 dicembre 2012, assistono più di 320.000 tra lavoratori in servizio, le loro famiglie, i pensionati: Faschim (per i lavoratori chimici, farmaceutici e affini), Fisde (per i lavoratori Enel e altre società elettriche), Fasie (energia e petrolio, gas-acqua).

Operativo dal 1 febbraio 2013 anche San.Arti, il fondo intercategoriale artigiani (nel nostro caso, aree chimica e tessile).

Due, infine, le esperienze presenti di associazioni sociali e assistenziali: l'Arca (Gruppo Enel) e il Fasen (Gruppo Eni) che, insieme, sfiorano i 90.000 assistiti diretti.

La FILCTEM, tramite la Cgil, è affiliata alla Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC–CSI), alla Confederazione Europea dei Sindacati (CES) e a due delle sue federazioni più rappresentative: Epsu (servizi pubblici), IndustriAll – European Trade Union (industria e manifatture) in Europa, rispettivamente Isp e IndustriAll – Global Union a livello internazionale.

Via Longhin, 117 Padova Tel. 049-8944211 - Fax 049-8944213 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. PEC : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per il Caaf chiamare il Centro Unico di Prenotazione tel. 0497808208


© All rights reserved. Powered by Cybcom.

Torna all'inizio