Insulti dai social al personale sanitario dell'Azienda Ospedaliera di Padova e Ulss 6 Euganea. Cgil Cisl e Uil: "Inaccettabile e vergognoso"

insulti ai medici

Fp Cgil di Padova, Cisl Fp Padova e Rovigo e Uil Fpl Padova: "Una cosa inaccettabile e vergognosa! Nessun medico, infermiere od operatore socio sanitario vuole sentirsi chiamare eroe, ma tutti pretendono rispetto. Se si inizia a prendere di mira coloro che hanno il compito di curarci, in questo periodo difficilissimo, allora lo possiamo dire: andrà tutto male".

"Una cosa indecente, vergognosa, che spezza il fiato dall'indignazione. Mai avremmo voluto leggere notizie del genere anche se non possiamo dirci sorpresi: già diversi lavoratori dell'Azienda Ospedaliera di Padova e dell'Ulss 6 Euganea ci avevano avvisato di come fosse mutato il clima nei loro confronti, in particolare sui Social, da sempre sfogatoio degli istinti più bassi e le pulsioni più becere".

Sono netti Alessandra Stivali, Achille Pagliaro e Luigi Spada delle Funzioni Pubbliche Padovane di Cgil Cisl e Uil nel portare la solidarietà delle organizzazioni sindacali a cui appartengono e nel difendere il personale sanitario dell'Azienda Ospedaliera Università di Padova e Ulss 6 Euganea che negli ultimi tempi è diventato il bersaglio delle invettive, sempre più gravi e offensive, lanciate per mano dei leoni da tastiera negazionisti che infestano il web e i Social.

E aggiungono: "Lo diciamo chiaramente: se davanti alla montagna di problemi che abbiamo di fronte dovuti all'esplosione della pandemia, qualche decina di imbecilli pensa di prendersela impunemente con coloro che quotidianamente lavorano, con turni massacranti e sacrificando spesso la propria vita personale, per salvare vite umane, senza che questo scateni la reazione indignata dei cittadini e delle Istituzioni, allora significa che da qua in avanti andrà tutto male. Noi non ci stiamo e diciamo no a questa deriva".

"Chi fa questo mestiere - concludono Alessandra Stivali, Achille Pagliaro e Luigi Spada - ha spesso messo in conto di sacrificare affetti personali e vita privata in nome della propria professione e lo fa senza chiedere nulla se non il rispetto per le proprie scelte e la propria dignità. Arrivare ad insultarli è probabilmente la cosa più ingiusta che si possa fare. Ma farlo, nel bel mezzo di una pandemia, è proprio da dementi oltre che da irriconoscenti".

CGIL Padova - Via Longhin, 117 Padova
Tel. 049-8944211 - Fax 049-8944213 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per il Caaf chiamare il Centro Unico di Prenotazione
tel. 0497808208

Apri Google Maps